SPOSE: fisico a rettangolo

Spesso quando si acquista l’abito da sposa l’emozione ci gioca un tiro mancino e ci fa dimenticare una cosa fondamentale, che ci porta a perderci e a provare più abiti del necessario: la forma del nostro fisico.
Quante volte una sposa varca la soglia di una boutique con l’idea precisa dell’abito che vorrebbe indossare e poi invece si ritrova ad acquistarne uno con un taglio del tutto diverso.
Questo accade perché non sempre ciò che ci piace corrisponde a ciò che ci cade addosso meglio.
Come prevenire?
Cercate di tenere a bada l’emozione (sia vostra che del vostro entourage) e imprimete bene in mente quali sono i vostri punti di forza e quali sono i punti deboli, cosa sottolineare e cosa nascondere, cosa enfatizzare e cosa attenuare.
Se non sapete bene che forma abbia il vostro corpo fidatevi del personale al vostro servizio in boutique, loro sanno cosa è meglio per voi o aggiungete nel vostro entourage di consigliere anche una consulente d’immagine (tipo me).

02

Il fisico a rettangolo è il fisico più facile da vestire e con una grande scelta tra tagli e lunghezze.
Chi ha questo tipo di fisico possiede fianchi in linea con la larghezza delle spalle, un punto vita poco definito, un seno piccolo o nella media, poche curve in generale, il sedere tendenzialmente piatto. Quando ingrassano, tendono ad accumulare i chili prevalentemente sulla pancia ma, con o senza pancia, le linee generali consigliate per chi ha un fisico a rettangolo, vanno bene per camuffare anche questa ospite sgradita.

03

L’obiettivo principale di chi ha il fisico a rettangolo sono le curve che si notano poco e vanno quindi accentuate.
Consiglio quindi scolli a V (più o meno profondi), a barca e monospalla, spalline sia larghe che strette, pantaloni dal taglio molto asciutto o l’opposto, tendenti alla zampa (con gamba stretta, che si allarga solo verso fondo) e che non scendano in lunghezza oltre la caviglia, vestiti con tagli diagonali (anche creati da pattern, giochi di tessuti o blocchi di colore), gonne a trapezio, gonne a campana, giacche, blazer e bolero corti, spolverini fino a metà coscia possibilmente sciancrati sul punto vita, cinture ad impreziosire e accentuare sempre il punto vita, le scarpe che meglio vestono sono le kitten heels e le décolleté.

04

Evitare: vestiti senza forma, con scolli squadrati, vestiti con la vita bassa (quelli col taglio anni 20-30 per intenderci), vestiti con il taglio troppo dritto, top e maglie larghe, no tuniche, no blazer morbidi a un bottone,no pantaloni a palazzo.

05

Rispondi