Fisico a Triangolo

Le caratteristiche generali (più o meno accentuate in base ad altezza/peso…ricordiamoci che anche in geometria esistono 3 tipi di triangoli) di chi ha questo tipo di fisico sono: spalle regolari, seno regolare/poco, vita piccola e ben definita, sedere rotondo, fianchi e interno coscia pieni; in proporzione la parte superiore è più stretta della parte inferiore del corpo.

Da questa categoria in poi, caricherò foto di donne famose con questo fisico da misure mignon a plus size per iniziare a farvi capire che l’essere “sovrappeso” non è confinato in un’unica forma.

Le donne appartenenti a questa categoria sono diverse dalle altre tipologie di donne, sono fiere di avere questo fisico e di conseguenza non hanno problemi ad enfatizzarne le naturali curve, conoscono la sobrietà e hanno deciso di ignorarla perché il nostro motto è (si anch’io sono un triangolo o meglio conosciuto come fisico a pera)  – come canta la regina dei triangoli Jennifer Lopez – “Let’s get loud”.

N1
Top Dsquared2, bottom Tru Trussardi, bag Dolce & Gabbana, shoes Miu Miu. Top Versace, bottom Céline, bag Salar, shoes Marni.
N2
Top Enföld, bottom Stella McCartney, bag Moschino, shoes Marni. Top Tibi, bottom Gaudì, backpack Laura di Maggio, shoes Bianca Di.

Per darvi un’idea, donne famose con questo tipo di fisico sono: Rihanna, Jennifer Lopez, Shakira, Valeria Marini, Jennifer Love Hewitt, Vanessa Incontrada…
Cosa sottolineare?
Bisognerebbe “allargare” il busto per equilibrarlo con la larghezza dei fianchi, quindi bisognerebbe accentuare il punto vita e le braccia, aumentare il volume alle spalle per bilanciare la silhouette.

N4
Top .AMEN. – Alberta Ferretti, bottom Guess, shoes Dsquared2. Top Odi et Amo, skirt Dolce & Gabbana, bag Moschino, shoes Dolce & Gabbana.
N3
Top Dolce & Gabbana, skirt Mary D’Aloia, shoes Gianvito Rossi. Top Dsquared2, skirt Bottega Veneta, bag Miu Miu, shoes Steve Madden.

In fatto di top qui ci si può veramente sbizzarrire! Si agli scolli a barca, a V, rotondi, con rouches, volant, fiocchi, decorazioni e chi più ne ha più ne metta. Stesso discorso per le maniche, a palloncino, a sbuffo, più sono voluminose più ci piacciono, pantaloni e jeans a vita regolare o alta, anche perché solitamente le donne triangolo soffrono di iperlordosi che pur buttando il sedere più in fuori e rendendolo più bello alla vista, crea il famoso “buco”.
I jeans a vita bassa non riescono a contenerne le chiappe e come ci si piega, si sorride da dietro. Inoltre, noi mamme con questo tipo di fisico fatichiamo non poco a smaltire il peso in zona interno coscia e se ancora abbiamo anche un po’ di pancia la vita alta è nostra amica in quanto definisce il punto vita e appiattisce dove deve essere piatto. I vestiti maggiormente consigliati sono quelli con il taglio anni ‘70, a trapezio e in stile impero. Pantaloni devono essere lisci davanti (senza sbuffi o pinces) e con la gamba a palazzo (i migliori secondo me sono quelli a culotte, che restano un po’ più corti), a zampa o altrimenti a sigaretta. Se non vi vergognate delle curve in via del tutto eccezionale si possono far passare anche gli skinny purché siano privi di slavature e strappip sulla zona delle cosce. Assolutamente ben accetti i cardigan lunghi e morbidi (non quelli con i bottoni) e i gilet (sempre aperti e lunghi), borse a spalla, collane e sciarpe di una certa importanza e appariscenti, preferite le bluse e le t-shirt in cotone morbido con il fondo tagliato dritto, altrimenti meglio incastrare le magliette nel mezzo tra i pantaloni , il cosiddetto french tuck (osservate bene le foto con le vip e capirete di cosa parlo). Il trucco di inserire il top dentro al pantalone o gonna e poi tirarlo fuori a sbuffo è per creare ulteriore volume nella parte superiore del corpo ma per le mamme che magari hanno la pancetta questo è anche un ottimo trucco per camuffarla. Da evitare assolutamente: i cinturoni bassi (invece benvenute le cinture da mettere a vita alta), i jeans skinny e a vita bassa (a meno che non vi sentiate un po’ Shakira) e tutte le gonne troppo aderenti. Per le gonne è preferibile un taglio a trapezio, o semi rigido ma con poche o senza pieghe. Ovviamente se volete attirare l’attenzione indossate pure le “pencil skirt”, io lo faccio quando ho bisogno di una botta di autostima…ok tutti vi fisseranno il sedere ma insomma, ogni tanto osare fa bene.

N6
Dress Emilio Pucci, bag Rochas, shoes George J Love. Dress Hervé Léger, bag Moschino, shoes Christian Louboutin.
N5
Dress By Bonnie Young, shoes Giancarlo Paoli. Dress Philosophy by Lorenzo Serafini, shoes Versace. Dress Dolce & Gabbana, shoes N°21. Dress Prada, shoes Dsquared2.

Vanno bene quindi scolli profondi, importanti, abiti fascianti e rinforzanti sul busto, va bene concentrare le decorazioni e le trasparenze sulla parte alta dell’abito, preferire gli abiti con la vita tagliata alta, evitare gli abiti cui le decorazioni del busto continuano fin sotto la vita (otterreste l’effetto contrario mettendo in risalto una parte già importante del vostro corpo), vanno bene le tute con i pantaloni a palazzo, le gonne a trapezio e lisce, evitare le gonne con troppe pieghe che accentuerebbero il sedere, assolutamente si al bustino decorato. Qui di seguito allego alcune immagini con le linee guida perché spesso l’occhio capisce meglio della testa. Osservate come il fisico si bilancia. E ora andate e condividete il verbo.

2 Comments

Rispondi